La fabbrica
di Ponte Milvio

Nel laboratorio teatrale
ho cercato di far provare
a dei giovani l'emozione
del palcoscenico, non
insegnando le regole per
recitare, ma semplicemente
facendoli recitare.
Regie di: "Se devi dire
una bugia dilla grossa"
di Ray Cooney -1995 e
"Le donne in parlamento"
di Aristofane - 1996


Nella terna come
migliore attrice per
l'anno 2004-2007 del
Premio ETI Gli Olimpici

del Teatro che verra'
assegnato il 14 settembre
2007 al Teatro Olimpico
del Palladio di Vicenza
in diretta televisiva
su RAIUNO alle ore 23.00.




Un regalo per Paola
parole messe in rima
da Stefano Satta Flores.



A Barletta la mia prima
sfilata ufficiale con mia
figlia
Selvaggia, le
chiedevo di fare ciao ciao
con la manina, e lei
sospirando "mamma
com'è faticoso fare l'attrice!"
Oggi Selvaggia fa l'attrice.





Quando ho registrato per
la televisione la commedia "Quando la luna è blu"
ho avuto il coraggio di
incidere un disco. Credo
non ne sia stata venduta
neanche una copia...
per fortuna!



Il Venerdì Santo del 2010,
in occasione della Via Crucis

celebrata dal Papa Benedetto XVI, al Colosseo, ho letto le
meditazioni delle quattordici stazioni.




Negli anni passati ho dato
la voce a Lamù, un famoso
cartone animato, per cui ho vinto
anche dei premi.



Ascolta


Non è un'autobiografia
ma un romanzo...
La verità più bella è quella
che non si conosce

A.M.O.R.E. Emozioni
in ordine alfabetico

Peri saperne di più
clicca su

www.simonel.com


Il 2 giugno 2003, in
occasione della festa
della Repubblica,
il Presidente C.A.
Ciampi mi ha insignito dell'onorificenza
di Commendatore
inserendomi tra le 50
eccellenze selezionate
in tutti i settori.



8 Luglio 2007
Pegaso d'Oro 2007
del XXXIV PREMIO INTERNAZIONALE
FLAIANO

di letterature, cinema,
teatro, televisione
per l'interpretazione
in "Un tram che si
chiama desiderio"




3 femmine ed una
bambina, diceva mio
padre vergognandosi di
non aver avuto neppure
un maschio. Marisa,
Gabriella, Rossana, Paola. Marisa, che ho perduto
troppo presto, era
un'attrice straordinaria.
Ha iniziato la sua carriera
(tre anni di Accademia)
dopo di me ed era molto orgogliosa della sua
sorellina soprannominata
la "Shirley Temple italiana".
C'era una grande intesa
tra noi, per questo è
sempre presente nel
mio cuore ed ogni
spettacolo è per lei
.